nelson-mandela

Bellissimo e ricco di grandi insegnamenti, il film “Invictus” di Clint Eastwood che ho affittato questo week-end. “Invictus” (dal latino “non vinto, non sconfitto”) è il titolo di una poesia vittoriana che Nelson Mandela (Morgan Freeman) utilizzava per mantenere alto il suo livello di fiducia e coraggio negli anni della sua prigionia durante l’apartheid.

L’autore è il poeta inglese William Ernest Henley (1849-1903), che all’età di 12 anni rimase vittima di una grave forma di tubercolosi alle ossa. Nonostante la difficile situazione, continuò i suoi studi e da grande fece il giornalista, ma la malattia lo costrinse all’amputazione di una gamba all’età di 25 anni. Henley non si scoraggiò e continuò a vivere per altri 30 anni con una protesi.

Di seguito il testo della poesia, nella traduzione per il film italiano.

Dalla notte che mi avvolge
nera come la fossa dell’Inferno
rendo grazie a qualunque Dio ci sia
per la mia anima invincibile.

La morsa feroce degli eventi
non m’ha tratto smorfia o grido.
Sferzata a sangue dalla sorte
non s’è piegata la mia testa.

Di là da questo luogo d’ira e di lacrime
si staglia solo l’orrore della fine,
ma in faccia agli anni che minacciano
sono e sarò sempre imperturbato.

Non importa quanto angusta sia la porta,
quanto impietosa la sentenza.
Sono il padrone del mio destino;
il capitano della mia anima.

Stefano

6 thoughts on “Invictus, la poesia che sostenne Mandela in prigione.

  1. giovanna

    bellissima. grazie.

  2. Livio

    parole ‘forti’, di grande impatto, grande semantica…
    credo che sia davvero come scritto alla fine della poesia citata: siamo noi i padroni del nostro destino, siamo noi i capitani della nostra ‘anima’, siamo noi i capitani della nostra nave (qualsiasi sia il ‘tipo di imbarcazione’ nel quale ‘oggi’ ci riconosciamo…)…
    tutto bello, tutto direi ‘difficile’, ma nn per questo ‘impossibile’…

    grazie per la segnalazione del film, per la poesia, per le riflessioni ‘indotte’…!
    L

  3. stefanocucchi Post author

    Ciao Livio, grazie per il tuo commento. Cosa in particolare ti sembra “difficile” o, piuttosto, “impegnativo”?

  4. rosalba

    grazie è un omaggio a tutti quei che vogliono crescere, diventare forti attraverso le sofferenze che inevitabilmente la vita ci affida poichè siamo sempre noi i capitani della nostra vita

  5. rosalba

    grazie di queste parole che danno tanta forza ai nostri animi in difficoltà

  6. French

    Semplicemente bellissima….

Leave a reply

required