water-circles-wallpapers_10984_2560x1600
 
Riporto di seguito questo articolo scritto sulla newsletter di HRD in quanto mi è piaciuto molto!

——————————————————–

“La felicità è un modo di vedere.”
Ugo Ojetti

È triste costatare come al giorno d’oggi le persone siano nervose, agitate, talmente tese che basta davvero un nonnulla per farle saltare.

Quante volte ti è capitato di vedere due persone aggredirsi verbalmente e non, solo per una lenta partenza a un semaforo, una freccia di avviso svolta non messa o inserita con un piccolo ritardo, una leggera spallata subita nel bel mezzo di una strada affollata? Come si può essere sempre così irritabili quando si vive in una società che ormai, bene o male, non ci fa mancare niente?

È vero, oggi la vita ci costringe spesso a correre, ma è sbagliato pensare che questo sia un buon motivo per essere stressati o costantemente arrabbiati.

Noi abbiamo la forza di decidere come sentirci in base al modo in cui interpretiamo gli eventi che ci accadono. Soprattutto possiamo evitare di farci influenzare dall’atteggiamento e dal comportamento degli altri. Ogni giorno siamo sottoposti a ondate di negatività che tentano in tutti i modi di rovinarci l’umore.

Questo succede quando qualcuno si arrabbia con noi senza alcun motivo o quando entriamo in un negozio e la commessa ci accoglie male o quando ci rispondono maleducatamente al telefono. Spesso le persone sono scorbutiche, rispondono male senza alcuna particolare ragione, o meglio, senza alcuna ragione legata a noi. Magari hanno semplicemente avuto una giornata storta e non riescono a controllare le loro reazioni.

Poi ci sono i pessimisti, le persone per le quali non c’è mai niente che funzioni o vada bene oppure quelli che si lamentano in continuazione. Senza contare la televisione, con tutti quei telegiornali che non fanno altro che annunciare tragedie e catastrofi amplificando all’ennesima potenza la portata delle notizie.

Cosa possiamo fare noi in mezzo a tutto questo? Semplicemente rimanere noi stessi, evitando di appropriarci di tutte quelle emozioni negative che ci vengono lanciate contro e che limitano la nostra crescita e il nostro miglioramento.

Quando sono persone a noi vicine quelle che ci trasmettono negatività, sarebbe meglio essere forti e decisi e non farsi influenzare.

Anzi, se davvero ci teniamo a queste persone potremmo far notare loro come il loro atteggiamento sia depotenziante e proporre loro un punto di vista più positivo. Quando invece sono degli sconosciuti a trasmetterti queste emozioni dannose non dare loro retta, voltati dall’altra parte, fai finta di niente. Non vale la pena sprecare energie che potrebbero essere indirizzate invece su cose utili e positive.

Vai sempre dritto per la tua strada e ricordati che la scelta di come comportarti e sentirsi è sempre e solo tua.

——————————————————–

Che cosa ne dite? Per la strada che ho intrapreso io in questo momento e cioè essere un esempio di positività per chi mi sta attorno questo articolo mi è sembrato molto appropriato!

Leave a reply

required

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *