Lo sapevate che oltre il 55% della comunicazione tra le persone avviene in modo non verbale? Ossia, oltre alle parole, occhi, mani, piedi, muscoli facciali tradiscono pensieri, sensazioni, atteggiamenti in maniera inequivocabile. Inequivocabile, sì, ma solo per chi li sa interpretare.

Anche se ci guardassimo allo specchio molte volte al giorno, non sempre ci accorgeremmo dei gesti e delle posture che il nostro corpo assume, quando siamo nervosi, quando vogliamo mascherare l’insicurezza o quando vorremmo attirare l’attenzione su di noi.

Ecco perché è importante comprendere il linguaggio del corpo e le sue molteplici applicazioni. Osservare le posizioni e i movimenti del corpo ci aiuta a comprendere meglio le persone, il loro carattere, lo stato d’animo e inevitabilmente ci porta a migliorare i nostri rapporti con gli altri. La conoscenza del linguaggio corporeo e la capacità di leggerlo trasformano ogni occasione d’incontro in un’esperienza affascinante.

L’associazione Business Club “TurinIN” vi propone di partecipare ad una serata speciale di formazione, organizzata in collaborazione HRD Net, proprio sul linguaggio del corpo. Nel mini-corso il trainer Mauro Saracano, manager e coach HRD, vi guiderà a scoprire alcuni segreti della comunicazione non verbale, comprenderne l’importanza utilizzando movimenti e gestualità per capire meglio il nostro interlocutore e comunicare più efficacemente. Nella splendida cornice del “cortile del Maglio” a Torino vi aspettiamo all’ “Azucar Cafè” che per l’occorrenza ci riserva il locale in esclusiva allietandoci con una carrellata di stuzzichini.

Lunedì 22 Marzo alle ore 19.30 presso Azucar Cafè – Via Andreis 18/16 – Torino (parcheggio antistante l’entrata del locale). Mini-corso e apericena 12 euro. Iscrizioni: http://www.turinin.com/component/seminar/?task=3&cid=9

2 thoughts on “Lunedì 22 Marzo: Parlare, convincere, piacere: la seduzione del linguaggio del corpo

  1. raffaella

    Interessante serata….Dietro al corpo ci sono spesso messaggi che inconsapevolmente trasmettiamo a chi ci circonda.

  2. stefanocucchi Post author

    Certo, proprio per questo motivo è importante conoscere i segnali del nostro corpo per far sì che il nostro messaggio giunga al destinatario in tutta la sua efficacia, anziché – come spesso accade – venir compromesso dal “meta-messaggio” che il nostro corpo lancia in contraddizione alle nostre parole.

    In questi casi, “a pelle” l’interlocutore non sa spiegarsi perché ma…. qualcosa non gli torna. E il nostro messaggio “non è passato”, non ha raggiungo il suo scopo. Perché? Le nostre parole hanno detto una cosa, il nostro corpo un’altra. E le parole, nella comunicazione, rappresentano solo il 7%. Il resto è paraverbale (38%) e linguaggio del corpo (55%), che sommati fanno ben il 93% della nostra comunicazione!

Leave a reply

required

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *